Sculture veronesi del Trecento, Restauri

committente
Fondazione Cariverona

anno - luogo
2012, Chiesa di San Pietro in Monastero, Verona, Italia

La mostra è stata allestita all’interno della Chiesa di San Pietro in Monastero a Verona e affronta un tema particolare e poco consueto per lo studio: preziose sculture lapidee del Trecento veronese, opere poco conosciute ma di grande importanza e forte impatto visivo.

Come sempre l’allestimento deve fare i conti con il contenitore ed il contenuto di una mostra, cercando di mediare e far dialogare – ove sia necessario e auspicabile – o di neutralizzare il primo per esaltare il secondo. In questo caso la cornice ospitante è la piccola chiesa di San Pietro in Monastero, nel centro storico di Verona, di proprietà della Fondazione Cariverona, suggestiva per l’atmosfera raccolta e sacrale, ma un po’ troppo “ingombrante”, dal punto di vista visivo, a causa dei suoi altari barocchi, delle pietre policrome e delle grandi pale d’altare sei e settecentesche.

Il progetto di allestimento ha perciò voluto rendere il più neutro possibile lo sfondo per queste opere, già di per sé policrome e di forte presenza, togliendo la visuale delle decoratissime pareti della chiesa con una serie di quinte sfalsate di colore bianco caldo. L’aver sfalsato le pareti di fondo ha permesso sia di creare delle nicchie, un percorso sinuoso e da scoprire a poco a poco, sia di velare alcuni scorci con una chiusura semitrasparente in tela microforata, che lasci intravedere la molteplicità delle opere senza però svelarle anzitempo.

Per la pavimentazione è stato scelto un colore blu profondo, dal quale emergono, nella stessa tonalità, i supporti per le opere, che – pur massicci a causa del peso e delle dimensioni delle sculture – quasi scompaiono annientandosi e fondendosi con il pavimento.