Castello dei Carraresi

Progetto preliminare di recupero dell’intero complesso e progetto definitivo del Museo del Design_Collezione Bortolussi

Nello sviluppo del progetto per il Museo del Design è prevalsa la filosofia conservativa per la quale le strutture dell’ex-carcere dovranno rimanere leggibili e possibilmente nello stato in cui si trovano, ad esclusione dell’ex-lavanderia che in base al progetto del Comune di Padova dovrebbe essere demolita e ricostruita per diventare un archivio a vista dei materiali di archivio. Per essere in linea con questo approccio, l’allestimento è concepito come un sistema a sé stante, integrato formalmente ed esteticamente all’architettura ma indipendente e isolato dal punto di vista strutturale. Dovrà inoltre garantire la leggibilità delle stratificazioni architettoniche che raccontano in modo evidente l’evoluzione storica degli utilizzi del Castello e dove necessario questa lettura sarà puntualizzata attraverso apparati didattici dedicati (pannelli grafici, audioguide etc). La storia del design risulterà quindi un nuovo racconto che si intreccia a quello della storia del Castello dei Carraresi.
Le tipologie espositive più idonee a questa finalità sono quelle indipendenti ed autoportanti che si collocano all’interno degli ambienti senza coprire o intaccare le strutture. In particolare sono state individuate 5 tipologie di sistemi espositivi adatti a diversi ambienti, al tipo di prodotti che si vorranno esporre ed ai loro criteri narrativi. Gli apparati grafici potranno scendere dal soffitto sopra gli elementi espositvi oppure essere applicati direttamente sugli espositori.

committente
Comune di Padova

anno - luogo
in corso,