Castel San Pietro, la funicolare

Progetto in corso

committente
Fondazione Cariverona

anno - luogo
2007 - , Verona, Italia

La “Funicolare di Castel San Pietro”  è infrastruttura progettata e realizzata dal Comune di Verona tra il 1938 e il 1941, anno in cui fu inaugurata, per restare in funzione fino al 1944.

Fin dalla sua origine la funicolare è pensata come elemento di valorizzazione dell’intero colle e in particolare di Castel S. Pietro, l’edificio dell’ex-caserma austriaca costruita tra il 1852 e il 1856 sul luogo in cui sorgeva l’antica chiesa romanica di S. Pietro in Castello.

I manufatti ancora esistenti comprendono le due stazioni, inferiore e superiore, collegate da una via di corsa che attraversa il lato ovest del colle con una lunghezza orizzontale di 154 m, per un dislivello di 54 m; la larghezza della via di corsa è di circa 6 m ed è contenuta entro due parapetti in muratura di grande spessore (70 cm).

Il progetto di recupero prevede la realizzazione di un nuovo impianto meccanico di risalita del tipo “ascensore inclinato”, composto da una sola cabina con capacità massima di 25-30 persone, per una portata di 400 persone/ora. Alle due stazioni esistenti se ne aggiungerà una nuova, intermedia, per la necessità di servire le aree a parco e il Museo Archeologico.

La soluzione proposta si pone l’obbiettivo di conservare l’integrità delle stazioni esistenti, dove le nuove strutture sono pensate come elementi di un unico organismo tecnologico collocato all’interno delle preesistenze; le piattaforme di sbarco, i parapetti di sicurezza, la cabina, i binari, la scala d’emergenza saranno identificati dall’uso prevalente di materiali metallici sia per le strutture che per i tamponamenti.

La piazza davanti alla stazione di partenza, oggi adibita a parcheggio, diventerà pedonale e sarà attrezzata per la fermata di autobus turistici.